Area stampa 2008

29 aprile 2008

Deutsche Bank SpA: utile operativo a 239,3 milioni (+4% rispetto al 2006)

• Margine di intermediazione a 830,8 mn (+6.8% rispetto al 2006)
• Utile netto a 148,5 mn (in lieve flessione rispetto al 2006)
• ROE stabilmente oltre il 14 %
• Cost/Income in miglioramento al 65% (67.9% nel 2006)

Milano, 29 aprile 2009 - Deutsche Bank SpA ha registrato nel 2007 un utile operativo di 239,3 milioni di euro, in crescita del 4% rispetto al 2006.
L’utile netto si è attestato a 148,5 milioni di euro in lieve flessione rispetto ai valori del 2006 e la redditività (Return on Equity) si è confermata al di sopra del 14% (14,1% rispetto a 14,7% del 2006). Il livello di efficienza della Banca (Cost-Income Ratio) si è migliorato attestandosi al 65% (67,9% nel 2006).
Nel corso del 2007, la Banca ha proseguito il percorso di crescita graduale e di sviluppo di tutte le sue linee di business. Di seguito vengono descritti alcuni aspetti rilevanti relativi all’anno appena trascorso.
In ambito Retail, la Banca ha proseguito lo sviluppo della propria rete distributiva grazie all’apertura di 8 nuovi sportelli ed il potenziamento del canale Private Banking tramite l’apertura di nuove Units dedicate alla clientela Private. Nel settore delle PMI, la Banca ha registrato una buona accelerazione a seguito sia dell’inserimento di nuove e competenti risorse professionali, sia al perseguimento di una decisa strategia di prodotto e di servizio.
Il settore delle carte di credito (BankAmericard) si è ben consolidato dopo i cambiamenti avvenuti nel 2006 ed ha registrato risultati positivi in diverse componenti: +16% la crescita delle carte emesse, +8% il fatturato corrispondente al transato delle carte, +15% il fatturato derivante dall’acquiring, stipula di oltre 110 nuovi accordi con aziende ed accordi distributivi con nuovi importanti partners (ABI, Autostrade, Generali, Finmeccanica, Eni, Esselunga).
Il 2007 è stato anche l’anno della valorizzazione del nostro brand attraverso il completamento del lancio del nuovo prodotto Deutsche Bank Black.
Dal punto di vista del rischio del credito e del rischio operativo, una maggiore efficienza nella gestione del recupero combinata ad una qualità del portafoglio basata su una percentuale sempre crescente di carte corporate, ha consentito di mantenere invariato il livello di rischio pur a fronte di un incremento significativo dei volumi.
Nel corso del 2007 il credito al consumo della Banca (Prestitempo) ha continuato la sua crescita, pur in un contesto economico maggiormente complesso ed incerto che ha anche comportato una sensibile riduzione dei margini. L’erogato complessivo è cresciuto del 9,5%, consolidando così la seconda posizione nel panorama nazionale nonostante le operazioni di sviluppo e di concentrazione portate a termine da alcuni competitors, e permettendo di superare per la prima volta nella storia di Prestitempo la soglia di un milione di finanziamenti attivi.
La necessità di mantenere elevata l’attenzione alla qualità del credito, ha richiesto parallelamente un aumento degli accantonamenti al fondo rischi, aspetto che ha impattato sul conto economico.
La relazione di Prestitempo con BancoPosta continua ad essere molto positiva e rilevante da un punto di vista strategico.
Il settore Private Wealth Management ha consolidato nel 2007 la crescita fatta registrare nel corso degli ultimi anni in termini di asset, pari a 2,7 miliardi di euro, e ha registrato un sensibile miglioramento nella redditività grazie all’introduzione nei portafogli dei clienti di strumenti d’investimento a particolare valore aggiunto.
Per quanto attiene agli altri business ed alle altre società del Gruppo Italia, è importante segnalare l’aumento dei ricavi riscontrato nell’ambito del Global Transaction Banking che, al netto di effetti straordinari, ha segnato una marcata crescita del risultato economico su tutte le linee di business (Cash Management, Trade Finance e Trust & Securities Services).
Rimanendo in ambito Corporate & Investment Banking la divisione Corporate Finance della Banca, in collaborazione con le strutture globali, ha partecipato in qualità di Financial Advisor ad importanti transazioni di M&A con Gruppi internazionali quali ENI, Enel e Telecom Italia.
Infine, il settore del Real Estate (RREEF) ha continuato a crescere e a svilupparsi con l’ampliamento del numero di fondi gestiti: Elettra in aprile, Lioness in luglio e Rutenio in dicembre.
L’Assemblea degli Azionisti ha approvato il bilancio 2007 di Deutsche Bank SpA che vede l’utile netto attestarsi a 148,5 milioni di euro con un Return on Equity (ROE) al 14,1% in linea con gli obiettivi del piano triennale, mentre il Cost Income Ratio (CIR) si è attestato al 65%. L’Assemblea ha deliberato un dividendo di 1,30 euro per azione, pagabile dal 5 maggio 2008.



Ritornare alla pagina precedente

Ultimo aggiornamento: 15. luglio 2010
Copyright © 2014 Deutsche Bank S.p.A. - Milano - P.iva: 01340740156