Deutsche Bank partner strategico della Bocconi

Con la sottoscrizione di un importante accordo triennale, presentato questa mattina all’Università Bocconi, Deutsche Bank è il primo gruppo straniero a diventare partner strategico dell’ateneo di via Sarfatti.

L’impegno di Deutsche Bank, tra i principali operatori finanziari a livello globale, si concretizzerà nei seguenti aspetti:

  • il sostegno alla ricerca, con l’istituzione della Cattedra Deutsche Bank in “Quantitative Finance and Asset Pricing”, di cui sarà titolare Carlo Favero, Professore ordinario di Economia Politica e Direttore del PhD in Finance;
  • l’ingresso di Josef Ackermann - Chief Executive Officer di Deutsche Bank - nell’International Advisory Council che assiste il consiglio di amministrazione della Bocconi nella definizione delle strategie di internazionalizzazione; e quello di Flavio Valeri, Amministratore Delegato Deutsche Bank Italia, nel Comitato Consultivo della Fondazione Partnership Bocconi.
  • il sostegno agli studenti più meritevoli, attraverso la creazione di borse di studio Deutsche Bank (l’Università eroga già aiuti finanziari per oltre 22 milioni di euro, in crescita del 10% nel 2009 rispetto al 2008);
  • l’organizzazione di seminari specifici inerenti tematiche economico-finanziarie;

A Deutsche Bank verrà intitolata inoltre un’aula del nuovo edificio dell’università.

Grazie a questo accordo, Deutsche Bank entra a far parte del gruppo di istituzioni di primaria importanza (Enel, Eni, Fondazione Cariplo, Intesa San Paolo e Telecom Italia) che, in veste di partner strategici, lavorano a stretto contatto con la Bocconi. La cattedra Deutsche Bank è la settima ad essere istituita in università dopo quelle dedicate ad Aidaf, Banca Intesa, Banca Mediolanum, Eni, Società italiana di filantropia e Nomura.

 

Ultimo aggiornamento: 22. settembre 2010
Copyright © 2013 Deutsche Bank S.p.A. - Milano - P.iva: 01340740156