Area stampa

27 maggio 2014

Deutsche Bank e Fondo Europeo per gli Investimenti siglano in Italia un accordo di garanzia Risk Sharing Instrument (RSI) a favore delle aziende innovative

Il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) e Deutsche Bank Italia hanno firmato un accordo per l’erogazione di finanziamenti alle piccole e medie imprese e alle small mid caps orientate all’innovazione. Tale progetto rientra tra le dinamiche finanziate dalla Commissione Europea, nell’ambito dell’iniziativa denominata Risk Sharing Instrument (RSI).

In questo contesto, Deutsche Bank mette a disposizione delle aziende innovative presenti in Italia un plafond di 40 milioni di euro, da erogarsi entro il 31 dicembre 2015, garantito al 50% da FEI. Si tratta del settimo accordo di questo tipo firmato in Italia e del ventisettesimo in Europa, che porta ad oltre 2 miliardi di euro l’ammontare dei prestiti messi a disposizione delle aziende innovative all’interno dell’Unione Europea. 

“Siamo soddisfatti e onorati di essere partner di FEI nella realizzazione di un progetto così meritevole a favore delle piccole e medie imprese italiane – ha commentato Flavio Valeri, Chief Country Officer di Deutsche Bank per Italia – Questo accordo è la concreta testimonianza del forte e radicato impegno dell’istituto nel volere sostenere e contribuire allo sviluppo del tessuto imprenditorialde del Paese, con particolare attenzione a quelle realtà che si distinguono per innovazione, dinamicità e vitalità”.

Alessandro Tappi, Director Guarantees, Securitisation e Microfinance di FEI, ha aggiunto: “Siamo lieti di aver siglato con Deutsche Bank in Italia l’accordo di Risk Sharing Instrument (RSI), che rientra nel programma DG Research e FP7 Innovation a supporto delle piccole e medie imprese. Grazie a questo accordo, le aziende italiane potranno contare su un maggiore accesso al credito”.

L’obiettivo del programma RSI è incoraggiare le banche, attraverso il sostegno finanziario dell’Unione Europea, a erogare prestiti alle PMI e alle  small mid caps con meno di 500 dipendenti che necessitano di finanziamenti per supportare la ricerca, lo sviluppo e le attività innovative. Le banche vengono selezionate da FEI, in tutta Europa, attraverso un processo di due diligence che fa seguito alla formale manifestazione di interesse da parte dell’intermediario ad aderire all’iniziativa.

Risk-Sharing Instrument (RSI) nell’ambito di FP7

L’obiettivo del programma RSI è incoraggiare le banche a erogare finanziamenti, di importo massimo fino a 7,5 milioni di euro, alle PMI e alle small mid caps che abbiano avviato progetti di ricerca, sviluppo o innovazione. L'RSI è un'iniziativa congiunta di FEI, della Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e della Commissione Europea. E’ sostenuto dall’Unione Europea nell’ambito del “Seventh Framework Programme for Research and Technological Development” (FP7) e si avvale della garanzia fornita da FEI. RSI fa parte, e completa, il piano di Risk Sharing Finance Facility (RSFF) gestito dalla Banca Europea per gli Investimenti.

Nell’ambito di questo progetto, il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) sta fornendo garanzie alle banche e alle società di leasing che erogano prestiti alle PMI e alle small mid caps. In caso di insolvenza, la garanzia copre fino al 50% dell'importo residuo di ciascun finanziamento. Sono circa 25 le banche che hanno richiesto di essere coinvolte nella fase pilota, che dovrebbe permettere al programma RSI di raggiungere un volume totale di finanziamenti pari a 2,5 miliardi di euro.

Il bando è aperto agli istituti di credito e di finanziamento, basati e operativi nell’Unione Europea e/o nei Paesi associati al FP7, che includono Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera, Israele, Turchia, la ex Repubblica Yugoslavia di Macedonia, Serbia, Albania, Montenegro, Bosnia Erzegovina, le Isole Faroe e la Moldavia.

Il Fondo europeo per gli investimenti (FEI)

Il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) è l’organo del Gruppo BEI specializzato nel capitale di rischio il cui obiettivo è agevolare l’accesso al credito delle PMI negli Stati membri UE, inclusi i Paesi Candidati ed i Paesi EFTA. A tal fine, il FEI offre ai propri intermediari (banche, istituzioni di garanzie e leasing, fondi di private equity e venture capital, etc) un’ampia gamma di prodotti finanziari rivolti alle PMI, avvalendosi dei propri fondi o di quelli gestiti per conto della BEI e dell’Unione Europea. I suoi azionisti sono la BEI, la Commissione Europea e numerose istituzioni finanziarie pubbliche e private. Nel dettaglio, il FEI investe in fondi di capitale di rischio aventi come obiettivo quello di sostenere imprese in rapida crescita o che operano nei nuovi settori tecnologici. Inoltre, fornisce garanzie ai propri intermediari finanziari a copertura di portafogli di crediti da questi concessi alle PMI. Al 31.12.2013, il FEI ha investito circa 8 miliardi di euro in oltre 435 fondi e ha impegnato 5.6 miliardi di euro in oltre 300 operazioni di garanzia. Con le proprie attività, il FEI contribuisce agli obiettivi dell’UE di sostegno all’innovazione, alla ricerca, allo sviluppo regionale, all’imprenditoria, alla coesione sociale e all’occupazione.
Per maggiori informazioni sugli intermediari finanziari del FEI in Italia si prega di consultare: http://www.eif.org/what_we_do/where/it

 



Ritornare alla pagina precedente

Area stampa internazionale

Per notizie sul Gruppo Deutsche Bank nel mondo visitate l’area stampa globale
Area stampa globale

Contatti per i Clienti

Centralino: 02.4024.1
Privati e Business: 02.6995
DB Easy: 0432.744 222

Contatti per i giornalisti

Deutsche Bank
Communications Italy

 

Francesca Baldussi

Telefono: +39 02 4024 3218

francesca.baldussi@db.com

       
         

DB Research

DB Research, l'ufficio studi di Deutsche Bank che pubblica analisi e report su macro-trend economici, politici e sociali
DB Research

Ultimo aggiornamento: 9. marzo 2015
Copyright © 2015 Deutsche Bank S.p.A. - Milano - P.iva: 01340740156