Koki Tanaka, "Artist of the Year" 2016

2 ottobre 2015 │ Roma

Un parterre di circa 400 ospiti alla serata organizzata da Deutsche Bank al museo MACRO

Grande successo per l’opening di “A Vulnerable Narrator. Deferred Rythm”, la prima personale italiana dell’artista giapponese Koki Tanaka, Deutsche Bank’s “Artist of the Year” 2015. All’evento, tenutosi ieri sera al MACRO – Museo Arte Contemporanea Roma, sono intervenuti circa 400 esponenti del mondo culturale, industriale, finanziario ed istituzionale, oltre a noti artisti, collezionisti ed esperti d’arte.

Numerose le opere in mostra, dalle azioni collettive trasmesse sui video schermi, agli oggetti utilizzati durante le performance, a schizzi a mano dell’artista. Inoltre, una performance realizzata proprio nella Capitale nel 2012, “We Found Something When We Lost Other Things”, ed un’opera site-specific, intitolata “Impossible Project” e realizzata espressamente per l’edizione romana, che rappresenta quindi un’evoluzione della mostra tedesca. 

Dopo la Duetsche Bank Kunsthalle di Berlino, dove ha inaugurato lo scorso marzo, l’ampia antologica di Tanaka, curata da Britta Färber di Deutsche Bank, sarà visibile al MACRO fino al 15 novembre.

 

Una sala della mostra ingrandire

Una sala della mostra

Una sala della mostra