Prendiamoci cura: Deutsche Bank sostiene il Centro Medico di San Patrignano

26 novembre 2013 │ Milano

Deutsche Bank sostiene per il quarto anno consecutivo l’asta benefica a favore della Comunità di San Patrignano, da anni impegnata nella lotta alla tossicodipendenza.

Si è tenuta sabato 23 novembre a Milano la tradizionale cena con asta a favore della Comunità di San Patrignano. Quasi un milione e quattrocentomila euro sono stati raccolti durante la serata, per sostenere la nota comunità italiana impegnata da anni nel recupero della tossicodipendenza.  Oltre alla famiglia Moratti, storica sostenitrice di San Patrignano, sono intervenuti alla serata oltre 400 ospiti , tra cui molti rappresentanti del mondo industriale e finanziario nazionale.

Deutsche Bank è stata, per il quarto anno consecutivo, sponsor principale dell’evento, al quale hanno contribuito anche marchi importanti del lusso Made in Italy che hanno donato i pezzi unici battuti in asta da Christie’s. Tra i prodotti di maggior successo le specialità eno-gastronomiche realizzate dai ragazzi della Comunità.

Il ricavato della serata quest’anno è stato interamente devoluto al progetto “Prendiamoci Cura”, il centro Medico di San Patrignano, nato nel 1994 per affiancare alla conoscenza medica e scientifica l’affetto, il sostegno e la solidarietà propri di una dimensione familiare. In particolare i fondi raccolti saranno impegnati per riammodernare le strutture del centro e acquistare macchinari e forniture sanitarie per i pazienti.


Scopri di più su San Patrignano

San Patrignano

Da oltre 30 anni San Patrignano accoglie ragazzi e ragazze con gravi problemi di droga in maniera completamente gratuita e senza richiedere alcun contributo alle loro famiglie né rette allo Stato. L’accoglienza avviene senza fare alcun tipo di discriminazione ideologica o sociale.
Attualmente gli ospiti della comunità sono circa 1.300. Dal 1978 a oggi, San Patrignano ha accolto oltre 20.000 persone, offrendo loro una casa, l'assistenza sanitaria e legale, la possibilità di studiare, di imparare un lavoro, di cambiare vita e di rientrare a pieno titolo nella società. Nella comunità svolgono la loro attività 109 operatori volontari e 313 tra collaboratori e consulenti, il 32,5% dei quali provenienti dal percorso di recupero. La comunità accoglie, inoltre, circa 70 bambini, figli di operatori e di ragazzi che svolgono il percorso, numerosi nuclei familiari e più di 30 minorenni reduci da problematiche di disagio e consumo di droghe.

“Prendiamoci Cura”, il Centro Medico di San Patrignano, ubicato nelle sede riminese della comunità, è nato nel 1994 dalla necessità di affiancare alla conoscenza medica e scientifica l’affetto, il sostegno e la solidarietà propri di una dimensione familiare. E’ infatti dimostrato che numerose patologie – in particolare l’infezione da Hiv – sono influenzate positivamente da un approccio empatico e dalla solidarietà delle persone che circondano il malato.

 


Ultimo aggiornamento: 26. novembre 2013
Copyright © 2014 Deutsche Bank S.p.A. - Milano - P.iva: 01340740156