Deutsche Bank e Università Bocconi per il secondo convegno sul sistema pensionistico in Italia

Ospiti d’eccezione, Tito Boeri, Presidente INPS e Maria Cannata, Direttore del Dipartimento del Debito Pubblico, Dipartimento del Tesoro, Ministero dell’Economia e delle Finanze

 

Stati Generali delle Pensioni

18 Ottobre 2016 │ Milano

Sistema pensionistico, welfare e previdenza complementare in Italia: questi i temi di grande attualità affrontati il 18 Ottobre a Milano in occasione del secondo convegno Stati Generali delle Pensioni, riproposto, dopo l’edizione del 2013, da Deutsche Bank e Università Bocconi nell’ambito della partnership strategica che lega i due istituti dal 2010. Oltre 150 ospiti hanno partecipato all’evento, proprio presso l’aula intestata a Deutsche Bank del prestigioso ateneo milanese.

Dopo il saluto di apertura di Gianmario Verona - Prorettore dell’Università Bocconi, e di Flavio Valeri - Chief Country Officer di Deutsche Bank Italia, il professor Carlo Favero, professore ordinario della Deutsche Bank Chair in Quantitative Finance and Asset Pricing, Università Bocconi, ha presentato la ricerca elaborata nell’ambito della sua cattedra insieme al professor Vincenzo Galasso, professore ordinario presso la Bocconi. I due studiosi, che hanno applicato i trend demografici alle previsioni economiche, allontanano lo spettro della stagnazione secolare per l’area euro, ma allo stesso tempo considerano difficile l’implementazione delle riforme strutturali. L’analisi di Favero e Galasso mostra che nei prossimi 20 anni in Europa dobbiamo attenderci sì una diminuzione del prodotto pro-capite, ma tassi d’interesse reali di nuovo positivi.

A seguire, la tavola rotonda sui Trend Demografici, Mercati Finanziari e Previdenza ha visto confrontarsi relatori di spicco, tra cui Tito Boeri e Maria Cannata, si sono confrontati sul futuro del sistema pensionistico in Italia, per ricreare un clima economico favorevole a investimenti, impresa e occupazione. Lo studio svolto da Favero e Galasso e il concept stesso degli Stati Generali delle Pensioni nascono dall’attività di ricerca della Deutsche Bank Chair in Quantitative Finance and Asset Pricing, cattedra intitolata istituita nel 2010 e assegnata a Carlo Favero. Nel 2016 Deutsche Bank ha confermato il proprio impegno per il progresso della ricerca in campo finanziario, consolidando il sostegno all’Università Bocconi e trasformando in permanente la Cattedra attraverso una nuova donazione. L’attività di ricerca della Cattedra si incentra sulle interazioni tra trend demografici, prezzi delle attività finanziarie ed effetti della crescente longevità degli individui.


Agenda

Saluto e introduzione
Gianmario Verona, Prorettore per la faculty, Università Bocconi
Flavio Valeri, Chief Country Officer, Deutsche Bank

Demografia, crescita e tassi di interesse
Carlo Favero, Deutsche Bank Chair in Quantitative Finance and Asset Pricing, Università Bocconi

Demografia, aggiustamento macroeconomico e riforme strutturali
Vincenzo Galasso, Professore di Economia, Università Bocconi

Tavola rotonda: Trend demografici, mercati finanziari e previdenza
Partecipano: Riccardo Barbieri, Chief Economist, Ministero dell’Economia e delle Finanze
Tito Boeri, Presidente, INPS
Maria Cannata, Direttore del Dipartimento del Debito Pubblico,Dipartimento del Tesoro, Ministero dell’Economia e delle Finanze
Dario Focarelli, Direttore Generale, ANIA
Tommaso Nannicini, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Modera Giuseppe Grande, Dirigente del Dipartimento Economia e statistica, Banca d’Italia

Conclusioni Bruno Pavesi, Consigliere Delegato Università Bocconi

''I nostri risultati suggeriscono, dunque, che l’implementazione delle riforme non sarà favorita dalla struttura per età della popolazione. E non dovrebbe sorprendere che i paesi più anziani propendano più spesso per gli aggiustamenti macroeconomici e quelli più giovani per le riforme''.

Vincenzo Galasso
Direttore del Bachelor in International Politics and Government